Insieme Formia, imperativo voltare pagina

Non era facile, lo abbiamo ripetuto più volte. Che bisognava guardare in faccia la nuda e cruda realtà, il pensiero dominante in seno al gruppo dirigente dell’Insieme Formia rappresentato pubblicamente. Nonostante tutto non si è voluto lasciare nulla di intentato. Il tutto non senza un naturale e disciplinato risentimento per certe decisioni del Palazzo, in tal caso caratterizzate da un rigore ondivago che non aiuta certo a digerire una retrocessione che ancora oggi brucia.

Alessandro Anelli

In assenza di ripescaggio, dunque, la retrocessione sul campo assume la sostanza di una sentenza in Cassazione. È il momento, allora, di fare i conti con il domani, il campionato di Eccellenza. Il presente e il futuro calcistico dell’Insieme Formia di patron Sandro Anelli. Necessario scrollarsi di dosso i pesi del recente passato, rimboccarsi le maniche e guardare al futuro con serenità e costrutto. Magari spingendo il piede sull’acceleratore per recuperare il ritardo accumulato. Il 4 settembre non è poi così distante per mister Pernice e compagnia bella.

A seguire il comunicato stampa dell’Insieme Formia.

Comunicato Stampa

Calcio: Insieme Formia sfuma il sogno ripescaggio

Con il comunicato odierno LND riduce a 166 squadre chiudendo la porta in maniera definitiva al ripescaggio dell’Insieme Formia che quindi disputerà il campionato di Eccellenza Lazio nella prossima stagione, in attesa di conoscere la formazione dei gironi che verranno resi noti alla festa dei calendari del prossimo 22 agosto.

<<La LND con grande rigore questa stagione ha operato per una contrazione delle squadre di serie D passando dalle 172 dell’anno passato a 166 – ha dichiarato il Presidente Alessandro Anelli – e quindi con solo 2 gironi da 20 squadre, portando avanti la premessa di arrivare a quanto prima prefissato ad un format di 162 squadre.
A nulla è valsa la verifica della CO.VI.SO.D, che ci ha valutati favorevolmente! La cosa mi rammarica ma ripartiremo per ritornare in serie D, con una squadra solida e sostenibile, Formia è una piazza storica ed importante che merita grandi campionati.

Ho letto – prosegue Anelli – il comunicato dei tifosi. A loro va il mio pensiero e alle dichiarazioni rilasciate in momenti di rabbia, ho sofferto come loro e con loro per la retrocessione, mi sono arrabbiato perfino con me stesso per gli errori, ma errare è umano e come loro anche io tengo tantissimo in primis al Formia e poi al mio lavoro di Presidente e non sentirsi apprezzati mi ha creato rabbia ma mi ha fatto capire che bisogna lavorare ancora meglio per correggere gli errori e continuare a far amare questa squadra a tutta la città perché la squadra è mia come di ogni cittadino Formiano.

Abbiamo combattuto per restare in D, abbiamo combattuto per essere ripescati e combatteremo in questa stagione per amore di questa maglia che amo come tutti i nostri tifosi>>.

Lascia una risposta

Your email address will not be published.