Atletico Pontinia – Gaeta, chi vince spicca il volo

Derby tutto pontino tra Atletico Pontinia e Asd Gaeta 2010. Per la prima volta da avversarie in Eccellenza, dopo un avvio di stagione altalenante, nelle ultime settimane sia la squadra di mister Gesmundo (uno dei tanti ex di turno) che la compagine allenata da mister Mancone sembrano aver impresso una svolta virtuosa in campionato. Adesso i risultati premiano le scelte delle società e il lavoro su campo dei rispettivi quadri tecnici. Ma non basta. Per risalire la china in graduatoria, per emergere dalla mediocrità, per compiere un ulteriore balzo in avanti, è necessario affermare sul rettangolo di gioco l’indispensabile continuità di risultati.

L’incrocio di domani al “Caporuscio” pone quindi le due formazioni davanti ad un bivio, con l’esito finale che, in caso di successo dell’una o dell’altra squadra, potrebbe contemporaneamente far decollare la vincente ed allungare il rullaggio in pista della perdente. Nella definizione del risultato finale probabilmente inciderà sia la condizione del campo di gioco, a rischio pioggia, sia l’esito del confronto nella zona mediana del campo, il vero punto di forza del team guidato da mister Francesco Gesmundo.

Un bel test proprio per il centrocampo biancorosso, che nelle ultime settimane ha garantito quell’equilibrio di squadra e la capacità d’impostare il gioco non evidenziato nelle prime giornate di campionato. Natiello vertice basso con al fianco il giovane e promettente Riccio (2005), ben supportati dagli esterni Parisella e De Costanzo, al momento rappresenterebbero la soluzione migliore per proseguire nella performance di squadra. Se i padroni di casa sono reduci da quattro utili consecutivi, grazie anche ad un attacco che sta dando finalmente incoraggianti, il Gaeta vanta lo stesso numero di risultati utili consecutivi. Che diventano sei se si aggiungono le due vittorie consecutive conseguite nello stesso periodo in Coppa Italia con la meritata qualificazione ai quarti.

A differenza dell’Atletico Pontinia, atteso dal calendario nelle prossime settimane a tutta una serie di match con le migliori della classe (Unipomezia, Colleferro Certosa e Terracina), sulla carta il percorso tracciato sul calendario sembrerebbe offrire qualche opportunità in più ai biancorossi di un finale di girone d’andata in crescendo.

Ritornando alla partita di domani, inizio alle ore 14:30, si comprende bene che la posta in gioco potrebbe andare oltre ai tre punti in gioco. Continuità, la parola magica per avviare un finale di girone d’andata con vista alta classifica.

Lascia una risposta

Your email address will not be published.