Eccellenza, Gaeta: una botta di ….Spirito

Un gioco di sponde con la palla che finisce alle spalle di Frasca decide una partita rognosa e rischiosa per l’11 di mister Bellamio.

Cardoso ha visto le streghe nei primi 30′ del primo tempo ma, scampato il pericolo,  col passare dei minuti c’è stato lavoro da fare anche per Frasca, il custode della formazione amaranto. 

E spazziamo il campo da equivoci, sarebbe stato più giusto un pareggio (come domenica scorsa tra Terracina e Gaeta), invece stavolta l’episodio premia o restituisce con gli interessi al Gaeta i punti lasciati al “Colavolpe “.

Poco da aggiungere, il calcio è anche questo. 

Diverso il discorso se usciamo dalla partita e pensiamo al campionato che verrà.

A prescindere dalla capolista Sora, questo Gaeta ha evidenziato margini di miglioramento sui quali sarebbe auspicabile intervenire. Non molto, quello che serve. Se ne stanno occupando, ci risulta, in casa Asd Gaeta, ed anche con l’ambizione di migliorare una squadra già di tutto rispetto.  

Lascia una risposta

Your email address will not be published.