Gaeta: “stalker condominiale” continua a perseguitare una famiglia, si aprono le porte del carcere.

Nonostante i provvedimenti che erano stati emessi nei suoi confronti ha continuato a perseguitare una famiglia di vicini: si sono aperte così le porte del carcere per un uomo di 47 anni residente a Gaeta.

Nel pomeriggio di Sabato 2 ottobre gli agenti del locale Commissariato, in applicazione dell’aggravamento della misura degli arresti domiciliari a carico del 47enne, hanno dato esecuzione all’ordinanza della misura cautelare in carcere emessa nei suoi confronti dal gip del Tribunale di Cassino,Vittoria Sodano.

L’uomo, spiegano dalla Questura, si era reso responsabile di atti persecutori ai danni di una famiglia residente nello stesso condominio e a nulla erano valsi i precedenti interventi dell’Autorità che erano giunti fino agli arresti domiciliari.

“Dimostrando il più totale dispregio verso le prescrizioni imposte dalla Legge”, aveva reiterato i propri comportamenti delittuosi, tanto da indurre l’Autorità Giudiziaria ad emettere il provvedimento restrittivo a seguito del quale il 47enne è stato condotto nel carcere di Lanciano.

Lascia una risposta

Your email address will not be published.